Noleggio auto a lungo termine: cos’è e come funziona?

Il Noleggio auto a lungo termine piace sempre di più agli automobilisti italiani, sia che si tratti di partite IVA (aziende e liberi professionisti) sia che si tratti di consumatori privati. I dati pubblicati a settembre da Dataforce dicono che il 15% delle nuove immatricolazioni registrate in Italia tra gennaio e agosto 2019 è relativo a veicoli in NLT (acronimo di Noleggio a Lungo Termine), mentre nel 2018 la quota di mercato di mercato era del 13%.

Noleggiare un’auto per un periodo medio lungo – tipicamente dai 24 ai 60 mesi – è una possibilità che inizialmente era rivolta solo alle aziende e ai professionisti, ma negli ultimi anni sono cresciute in maniera esponenziale formule dedicate ai privati, che hanno esigenze diverse rispetto a chi fa della vettura uno strumento di lavoro.

Come funziona il noleggio a lungo termine

Con il Noleggio a lungo termine, l’auto viene acquistata dal locatore, che lo concede poi in uso al conduttore (il cliente o driver) a fronte di un canone mensile di locazione. Il driver può decidere se scegliere il veicolo tra quelli che il locatore ha già disponibili oppure selezionare modello e optional in base ai propri gusti. Il canone di noleggio include tutti i servizi connessi all’utilizzo dell’auto: l’assicurazione (Rca, Incendio&Furto e Kasko), la manutenzione ordinaria (i tagliandi) e quella straordinaria (rotture e guasti), la tassa di proprietà. Inoltre, chi usa l’auto come strumento di lavoro può attingere alla lista dei servizi accessori, quelli utili a rendere più efficiente la propria attività: l’auto in pre-assegnazione (per coprire il lasso di tempo necessario a produrre l’auto), la vettura sostitutiva in caso di guasto o incidente, la carta carburante e la sostituzione dei pneumatici e la gestione estivi/invernali.

dataentry Blog 0 Commenti

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *