Lamborghini Aventador

5,000.00 al mese

FORMULA DI NOLEGGIO:

  • Rate da 12 a 48 mesi
Anno 2019
Chilometraggio 100000 KM
Cilindrata 6.498 cc
Cambio Automatico/Sequenziale
Alimentazione Benzina
Cavalli 770 CV
RICHIEDI INFORMAZIONI
Categorie: ,

Descrizione

Nella storia della casa italiana, questa coupé sarà ricordata soprattutto per due aspetti. Con 700 cavalli del motore tutto di alluminio e progettato apposta per questa vettura, l’Aventador LP 700-4 non solo si avvicina ai valori di una Formula 1, ma diventa la Lamborghini stradale più potente mai costruita (batte il record di 670 CV della Murciélago Superveloce). Inoltre, per risparmiare sul peso dell’auto, è la prima “Lambo” con la scocca in carbonio (la Murciélago ha un telaio tubolare in acciaio), che costituisce la cellula dell’abitacolo e alla quale sono ancorati, davanti e dietro, due telaietti di alluminio per sorreggere la meccanica (motore e sospensioni). Il carbonio per alcune parti di questo telaio (in particolare per il fondo dell’abitacolo) è costruito con un innovativo procedimento: l’RTM Lambo. Il suo vantaggio è quello di ridurre il tempo di produzione di un componente da circa 13 ore a solo un’ora. Merito dei fogli di fibra di carbonio che, invece di essere impregnati di resina (la colla) con la scomodità di dover essere mantenuti a una temperatura di -20°C, sono “asciutti” e vengono inseriti in uno stampo (quello che dà la forma del componente che si vuole realizzare) in cui viene iniettata la resina. Il tutto è poi cotto in forno (anziché in autoclave) a circa 80°-120°. Sempre di questa leggerissima fibra sono fatti alcuni dettagli della carrozzeria (ad esempio il cofano anteriore), che è realizzata in gran parte di alluminio.

L’Aventador LP 700-4 è proposta in un’unica versione con, incluso nel prezzo, il sistema Drive Select Mode per regolare, su tre posizioni (Strada, Sport e Corsa), la risposta di motore, sterzo, cambio automatico robotizzato a sette marce, differenziale posteriore e ripartizione della coppia fra avantreno e retrotreno. Sempre della dotazione fanno parte e i dischi dei freni carboceramici (più leggeri ed efficienti di quelli in acciaio) e il raffinato impianto multimediale con navigatore e schermo di 7 pollici nella consolle. Considerata la pessima visibilità dietro, è poco comprensibile che si paghi a parte l’indispensabile telecamera posteriore con i sensori di distanza (in tutto 4.200 euro).

Le porte che si aprono verso l’alto sull’Aventador LP 700-4 fanno una gran scena e, da quando vennero introdotte dalla Countach nel 1973, sono un’esclusiva delle Lamborghini a dodici cilindri. Però, considerato che il tetto è molto basso, per l’accessibilità, non sono il massimo e per entrare nell’abitacolo rasoterra serve agilità. Una volta dentro, si apprezza la posizione di guida ben regolabile, la chiara strumentazione del cruscotto digitale (riproduce gli indicatori analogici) e i pratici comandi concentrati nel massiccio tunnel di trasmissione. L’interno dell’Aventador LP 700-4, tutto rivestito di pelle, è senza fronzoli e così essenziale da contrastare con l’appariscente carrozzeria. Dietro i sedili c’è spazio per un paio di borsoni, che va a sommarsi a quello del piccolo baule sotto il cofano anteriore.

Che nel test sul circuito di Vallelunga (alle porte di Roma) la Aventador LP 700-4 abbia fornito prestazioni esaltanti non stupisce. Quel che invece sorprende è la facilità con cui anche guidatori non smaliziati possono divertirsi, raggiungendo prestazioni molto elevate, con poca fatica. Bene inteso, stiamo pur sempre parlando di un bolide da 700 cavalli, quindi, se si vuole “saggiare” i limiti (elevati) dell’Aventador LP 700-4, occorre esperienza. La macchina “divora” le curve con rapidità sorprendente, contando su freni instancabili, inserimenti prontissimi e reagendo, sempre con compostezza, alle minime variazioni dello sterzo molto preciso. Per sfruttare appieno le potenzialità dell’Aventador LP 700-4, meglio selezionare la modalità Corsa: il motore risponde con vigore ancora maggiore ai comandi dell’acceleratore, facendo schizzare in pochi attimi la lancetta del contagiri “nella zona rossa” a quota 9000 giri mentre un possente ruggito invade l’abitacolo. In Corsa il cambio robotizzato funziona solo in modalità manuale: con le levette al volante, le sette marce s’inseriscono fulminee (50 millisecondi, contro i circa 40 di una Formula 1) e con altrettanta violenza. Tant’è che lo 0-100 km/h bruciato in appena 2,9 secondi e la velocità massima di 350 km/h omologati dalla casa, ci sono sembrati realistici.

NOLEGGIO A BREVE LUNGO TERMINE.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Informazioni aggiuntive

Alimentazione

Benzina

Carrozzeria

Cabrio

Cavalli

770 CV

Cilindrata

6.498 cc

Colore

Grafite

Motore

12 cilindri

Numero marce

7

Numero porte

2

Numero posti

2

Omologazione antinquin.

Euro 6

Cambio

Automatico/Sequenziale

Trazione

Integrale

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lamborghini Aventador”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *